Andamento delle ricerche online turistiche per l’Umbria nel 2019 e Trend per il 2020 - Green Consulting

Andamento delle ricerche online turistiche per l’Umbria nel 2019 e Trend per il 2020

Quando si arriva al termine di un anno si è soliti tirare le somme di come sono andate le cose e si programmano i futuri 12 mesi. Lo facciamo un po’ tutti.

E’ un periodo dell’anno in cui ci vengono sottoposti innumerevoli articoli che parlano dei nuovi trend che incontreremo nel nuovo anno, ma come spesso accade sono dei “macro” trend, normalmente di livello nazionale o internazionale. Così in Green Consulting quest’anno abbiamo pensato di divulgare alcuni dati interni per raccontare gli andamenti che abbiamo notato guardando i dati del progetto Bella Umbria e incrociando queste informazioni con Google Trends e SeoZoom.

Ecco cosa è uscito fuori.
La tendenza in crescita della ricerca delle destinazioni meno conosciute.
Booking.com, piattaforma che genera gioie e dolori agli imprenditori della ricettività ma che gode di un punto di vista privilegiato con dati che pochi altri operatori hanno, ha effettuato una ricerca su 22.000 viaggiatori, per 29 mercati e 180 milioni di recensioni. La ricerca sostiene che i viaggi nelle città secondarie (Second-city travel), ovvero l’esplorazione di destinazioni meno conosciute nel tentativo di ridurre il turismo eccessivo (overtourism) e proteggere l’ambiente, faranno un salto in avanti nel prossimo anno. Le statistiche di Booking.com inoltre dimostrano che il 51% cambierebbe la propria destinazione originale con un’alternativa meno conosciuta ma simile se sapesse che avrebbe lasciato un impatto ambientale minore. E per suscitare il loro interesse, il 60% dei viaggiatori globali vorrebbe avere accesso a un servizio (app / sito Web) che raccomanda destinazioni in cui un aumento del turismo avrebbe un impatto positivo sulla comunità locale.

Per approfondimenti la ricerca è consultabile a questo indirizzo: https://news.booking.com/bookingcom-predicts-the-top-travel-trends-for-2020-uk/
Questo è un’ opportunità per la regione Umbria che può vantare una posizione strategica tra mete importanti e riconosciute internazionalmente ma garantendo ancora una vivibilità e una autenticità oramai persa da altre destinazioni.
Questo andamento è già in atto per la nostra regione?

Guardando Google Trends sembrerebbe di sì; già nel 2019 Google Trends riconosce un interesse maggiore su parole chiave come Umbria e Assisi rispetto gli anni precedenti. Il grafico sottostante evidenzia un ritorno a valori simili o superiori al periodo prima del terremoto del 2016.

Ma quali sono secondo Google le parole chiave più utilizzate per prenotare una vacanza in Umbria?

Sempre utilizzando Google Trends sotto riportiamo le parole chiave più utilizzate per ricerche con l’obiettivo di prenotare una vacanza nella nostra regione. Il parametro di classificazione è relativo e non assoluto:

agriturismo umbria
100
umbria hotel
69
perugia
56
assisi
39
meteo umbria
24
lago umbria
24
agriturismi umbria
22
umbria jazz
20
agriturismo con piscina umbria
20
agriturismo in umbria
19
borghi umbria
19
agriturismo con piscina
19
umbria da visitare
18
hotel spa umbria
18
umbria cartina
17
terme umbria
17
orvieto
17
spello
16
hotel in umbria
13
spoleto
13
spello umbria
12
cascate umbria
12
cascate umbria
11
umbria cosa vedere
11
hotel umbria perugia11

Partendo dalla parola chiave che secondo Google fa effettuare più ricerche per venire in vacanza in Umbria abbiamo effettuato un approfondimento tramite il Google Analytics di Bella Umbria, basato su oltre un milione di ricerche nell’anno 2019.Ecco cosa è stato più cercato secondo noi come parole chiave contenenti il termine “Agriturismo”:Relativamente alle destinazioni: – Umbria il 22% delle ricerche – Assisi il 4% – Perugia 2% – Spoleto 1,8%Relativamente ai temi: – Con Piscina 13% – SPA 8% – Offerte e Last Minute 6% – Bambini / Famiglie 5%Relativamente alla ristorazione: – Pensione completa/mezza pensione 4% – Con ristorante 3%Volumi significativi anche per le ricerche “Agriturismo con animali” e “Agriturismo senza glutine”.Se effettuiamo lo stesso approfondimento con la parola chiave “Hotel” si hanno dei risultati molto simili a Google Trends rispetto al rapporto della quantità di ricerche. Tra le destinazioni vince ancora Assisi e come tema la SPA.Quali sono invece le parole chiave che hanno avuto forti crescite nel 2019 rispetto al 2018?Abbiamo preso le prime 100 parole chiave che hanno portato traffico al portale Bella Umbria, tra queste abbiamo selezionato quelle che hanno avuto un incremento oltre il 100% rispetto all’anno precedente. Sono state le seguenti 5:– Cascata delle Marmore orari – Rasiglia – Isola Polvese – Isola Maggiore – Accensione Albero di Gubbio

Su cosa scommettere per il 2020?

Secondo la ricerca di Booking.com il 2020 vedrà i viaggiatori mettere gli aspetti chiave del loro processo decisionale di acquisto di vacanze, esperienze e servizi turistici ancora più saldamente nelle mani della tecnologia. Quasi il 60% afferma di volere che la tecnologia offra loro delle opzioni di acquisto che li sorprenda, quasi la metà (46%) dei viaggiatori afferma che utilizzerà un’app che consente di esplorare e prenotare attività in tempo reale in modo semplice e veloce mentre viaggiano e un numero simile (44%) prevede di utilizzare un’app che consente loro per pianificare in anticipo le attività, in modo che abbiano sempre le risposte in un unico posto.Sembra quindi che turisti siano alla ricerca di esperienze da poter prenotare in anticipo o durante la vacanza.Anche analizzando le ricerche su Bella Umbria si ha la conferma che da qualche anno, e ancora in crescita nel 2019, sono state le pagine del portale che indicano cosa fare una volta nella destinazione ad avere i maggiori numeri di visite. Quasi sempre queste pagine sono cercate poco prima di partire per la vacanza, spesso anche durante il soggiorno.Quindi nel 2020 si prevedono viaggi più sostenibili e viaggiatori che utilizzando sempre di più la tecnologia nel loro processo di acquisto.Ci sbilanciamo nello scommettere che uno dei trend del prossimo anno sarà quello di offrire l’opportunità ai vostri clienti di acquistare servizi ed esperienze sia prima dell’arrivo in struttura che durante la vacanza con piattaforme come Stay More.Se siete curiosi di ricevere informazioni statistiche e trend di mercato sul mondo del turismo della regione Umbria e sul mercato ricettivo in generale iscrivetevi alla nostra newsletter, se invece avete domande specifiche scrivetemi direttamente all’indirizzo: mandrelli@greenconsulting.it

Vuoi ricevere altri articoli come questo? Iscriviti alla nostra Newsletter!